Calcolo e gestione del recupero dei riposi ridotti

In questa versione è possibile gestire il recupero dei riposi ridotti nel periodo previsto dalla legge

Il primo archivio da completare è in Archivi – Tabelle prenotazione – Costi e parametri Mappoint indicando ogni quanti giorni di lavoro spetta un riposo in Italia e quanti all’estero

Sul contratto noleggio si dovranno indicare le ore di riposo settimanale e le ore minime da compensare sia per i viaggi in Italia sia per quelli all’estero, nonché in quanti giorni si deve effettuare il recupero

In Utility – Opzioni – pagina Opzioni, se si attiva il flag Visualizza riposi all’avvio di BUSSTOP verrà aperta la maschera riepilogativa dei riposi da recuperare

Attivare nelle occupazioni che chiudono/scalano il riposo da recuperare, il flag Chiudi riposo.

Nella scheda autisti alla pagina Altri dati, indicare le date dell’ultimo riposo breve e quella del doppio riposo

e alla pagina Scadenze/Altri Dati indicare la data in cui si è compensato l’ultimo riposo breve.


Una volta assegnato un riposo breve (minimo 24 ore)

Il programma segnalerà le ore da compensare e la data massima entro cui farlo

Assegnato il riposo compensativo o una occupazione che compensa il riposo breve,


i dati verranno azzerati

Aggiunto il campo Mnemonico all’hint delle prenotazioni

Il campo Mnemonico con cui l’utente identifica in modo diverso un cliente. è stato aggiunto all’ hint della prenotazione. (vedi rettangolo rosso)

Gestione scadenziario fatture fornitori

da oggi è possibile gestire il pagamento delle fatture fornitori in una sorta di scadenziario.

Innanzi tutto, in Archivi – Fatture fornitori, aprire il programma Caricamento fatture fornitori, dove devono essere inseriti i dati principali delle fatture, come mostrato in figura. Si tenga presente che i campi Tipo pagamento e Banca (nostra banca) non sono obbligatori, in quanto potranno essere inseriti nella gestione Pagamento fatture fornitori

Richiamare le fatture per le quali si deve effettuare il pagamento è semplice. Indicare il periodo “Dalla data“Alla Data” il Codice o la Ragione sociale del Fornitore, eventualmente il Numero documento e la Data documento e premere il bottone Ricerca. Una volta selezionata/selezionate la/le fatture, espandere con il bottone + del campo ID per inserire l’Importo e la Data Pagamento come mostrato in figura (rettangolo rosso). Come si può notare, si possono inserire anche acconti e saldo. Nel momento in cui la fattura risulta saldata, verrà nascosta in gestione e sarà richiamabile solamente togliendo la spunta “solo da pagare”

Con il bottone Stampa (freccia rossa) sarà possibile stampare quanto visibile nella griglia. Sarà l’utente pertanto, che deciderà i dati da stampare.

Ora i pagamenti anticipati saldano la fattura

Quando una fattura viene emessa con pagamento anticipato, ovvero la stessa risulta già pagata, in fatture immediate viene attivato automaticamente il flag di Saldata ed inserito l’intero importo nel campo Pagamenti successivi. (rettangolo rosso) In questo modo la fattura non comparirà nei solleciti di pagamento.

7 ZERI O 7 X PER CLIENTI NON PUBBLICI INSERITI IN AUTOMATICO

Per i clienti di tipo NON PUBBLICO, i 7 zeri o le 7 X vengono inserite in automatico in fase di creazione, al momento del salvataggio (F10)