Category: Novità

rel. 1015 del 28/01/2020

Calcolo e gestione del recupero dei riposi ridotti

In questa versione è possibile gestire il recupero dei riposi ridotti nel periodo previsto dalla legge

Il primo archivio da completare è in Archivi – Tabelle prenotazione – Costi e parametri Mappoint indicando ogni quanti giorni di lavoro spetta un riposo in Italia e quanti all’estero

Sul contratto noleggio si dovranno indicare le ore di riposo settimanale e le ore minime da compensare sia per i viaggi in Italia sia per quelli all’estero, nonché in quanti giorni si deve effettuare il recupero

In Utility – Opzioni – pagina Opzioni, se si attiva il flag Visualizza riposi all’avvio di BUSSTOP verrà aperta la maschera riepilogativa dei riposi da recuperare

Attivare nelle occupazioni che chiudono/scalano il riposo da recuperare, il flag Chiudi riposo.

Nella scheda autisti alla pagina Altri dati, indicare le date dell’ultimo riposo breve e quella del doppio riposo

e alla pagina Scadenze/Altri Dati indicare la data in cui si è compensato l’ultimo riposo breve.


Una volta assegnato un riposo breve (minimo 24 ore)

Il programma segnalerà le ore da compensare e la data massima entro cui farlo

Assegnato il riposo compensativo o una occupazione che compensa il riposo breve,


i dati verranno azzerati

Aggiunto il campo Mnemonico all’hint delle prenotazioni

Il campo Mnemonico con cui l’utente identifica in modo diverso un cliente. è stato aggiunto all’ hint della prenotazione. (vedi rettangolo rosso)

Gestione scadenziario fatture fornitori

da oggi è possibile gestire il pagamento delle fatture fornitori in una sorta di scadenziario.

Innanzi tutto, in Archivi – Fatture fornitori, aprire il programma Caricamento fatture fornitori, dove devono essere inseriti i dati principali delle fatture, come mostrato in figura. Si tenga presente che i campi Tipo pagamento e Banca (nostra banca) non sono obbligatori, in quanto potranno essere inseriti nella gestione Pagamento fatture fornitori

Richiamare le fatture per le quali si deve effettuare il pagamento è semplice. Indicare il periodo “Dalla data“Alla Data” il Codice o la Ragione sociale del Fornitore, eventualmente il Numero documento e la Data documento e premere il bottone Ricerca. Una volta selezionata/selezionate la/le fatture, espandere con il bottone + del campo ID per inserire l’Importo e la Data Pagamento come mostrato in figura (rettangolo rosso). Come si può notare, si possono inserire anche acconti e saldo. Nel momento in cui la fattura risulta saldata, verrà nascosta in gestione e sarà richiamabile solamente togliendo la spunta “solo da pagare”

Con il bottone Stampa (freccia rossa) sarà possibile stampare quanto visibile nella griglia. Sarà l’utente pertanto, che deciderà i dati da stampare.

Ora i pagamenti anticipati saldano la fattura

Quando una fattura viene emessa con pagamento anticipato, ovvero la stessa risulta già pagata, in fatture immediate viene attivato automaticamente il flag di Saldata ed inserito l’intero importo nel campo Pagamenti successivi. (rettangolo rosso) In questo modo la fattura non comparirà nei solleciti di pagamento.

7 ZERI O 7 X PER CLIENTI NON PUBBLICI INSERITI IN AUTOMATICO

Per i clienti di tipo NON PUBBLICO, i 7 zeri o le 7 X vengono inserite in automatico in fase di creazione, al momento del salvataggio (F10)

Automatizzata la Riga descrittiva nella fattura di acconto Elettronica

Nelle fatture di acconto elettroniche, viene richiamato il servizio su cui agganciare l’acconto ricevuto dal cliente. Questo consente di avere una fattura finale, con detrazione automatica della fattura di acconto. Con questa release, se si vuole, si può ottenere la riga descrittiva della fattura di acconto, in modo del tutto automatico.

Innanzi tutto, attivare in Archivi – tabelle prenotazione – Parametri – Pagina 8 il flag Rif. servizio in fatt. di acconto (rettangolo rosso)

Dopo aver richiamato il servizio, (rettangolo blu) questa è la riga descrittiva creata dal programma (rettangolo rosso)

Lettere di intento

ADEMPIMENTI PREVISTI DAL
DECRETO-LEGGE 30 aprile 2019, n. 34, Articolo 12 septies

Fino alla versione 1014 di BUSSTOP, per riportare i dati della lettera di intento nel file xml, avevamo suggerito di compilare il campo Causale fattura elettronica (croce rossa).

Questo non è più necessario perché sono stati attivati a tale scopo, i campi che troviamo premendo il bottone Esport Abit (rettangolo blu) che si trova alla pagina Contabili della scheda clienti.

Rammentiamo che nel file fattura xml, devono essere riportati i seguenti dati:

  • Assoggettamento IVA Dichiarazione d’Intento (pagina Contabili – campo Cod. IVA/Non imp.
  • Codice fiscale del dichiarante. (pagina contabili attivare flag Invia sia P.IVA che Cod. Fisc.)
  • ANNO Dichiarazione d’Intento ricavato dalla data
  • PROTOCOLLO Dichiarazione d’Intento (prima parte, 17 cifre)
  • PROTOCOLLO Dichiarazione d’Intento (seconda parte, 6 cifre)
    che in BUSSTOP devono essere inseriti nel campo Protocollo telematico N. separati dal segno – (vedi esempio sotto croce rossa)

Questo il risultato riportato nel file xml
DICHIARAZIONE D’INTENTO ANNO 2020 PROTOCOLLO 19123109564458963-000027

Una volta riempiti i campi come descritto, cancellare la dicitura riportata nel campo Causale fattura elettronica

rel. 1014 del 09/12/2019

Stampa vestiario direttamente da scheda autisti

Chi volesse usare la stampa del vestiario quale ricevuta di consegna all’autista, può farlo direttamente dalla scheda autisti alla pagina Vestiario/tessere. Dato che ci saranno varie date di consegna, la data selezionata sarà quella del record su cui si è posizionati. Nel nostro esempio quindi, cliccando sul record Camicia, la data di stampa (ovvero di consegna) sarà quella del 04/12/2019 (rettangolo blu)

Cliente a cui non possiamo inviare bus di colleghi terzi

In prenotazione era già presente il flag “No terzi” che impediva l’assegnazione di un collega terzo al servizio. L’operazione però era lasciata alla manualità dell’operatore. Se un cliente vuole tassativamente solo bus aziendali, allora basta attivare nella scheda alla pagina Vendite, il flag “No servizi a terzi” . Il flag presente in prenotazione sarà attivato automaticamente dal programma.

questo il risultato in fase di assegnazione

Note cliente su stampa foglio di viaggio

Potrebbe essere necessario stampare sul foglio di viaggio, alcune note particolari relative al cliente, ogni qualvolta deve effettuare un viaggio. Nella scheda cliente alla pagina Note, troverete il campo memo “Note foglio di viaggio”


una volta inserite, questo è il risultato

Modificata ristampa da fattura immediata

Capita spesso che il cliente confonda la ristampa da fattura noleggi la quale riesegue il ciclo completo fino a riemettere il file pdf, con la ristampa da fattura immediata, che invece apre esclusivamente il file pdf originale. Se si modifica pertanto una fattura immediata derivata da noleggio e si lancia la ristampa, questa risulterà ancora senza le modifiche apportate. Per questo motivo abbiamo fatto si che la ristampa da fattura immediat, in realtà agganci la ristampa da fattura noleggi, ottenendo così il nuovo file pdf

Corretti alcuni bug

rel. 1013

Foglio di viaggio terzi – aggiunti campi “km di prenotazione” e “comprende/non comprende”.

  • Per mettere la scritta Km previsti [IIF(<QueryFdVT.”KMPREN”>=0,”,’km previsti:’)]
  • Valore km prenotazione [QueryFdVT.”KMPREN”]
  • Per mettere la scritta La quotazione comprende [IIF(=”,”,’La quotazione comprende:’)]
  • Elenco delle spese incluse nel prezzo [QueryFdVT.”Comprende”]
  • Per mettere la scritta Sono a vostro carico [IIF(QueryFdVT.”NonComprende”>=”,”,’Sono a vostro carico:’)]
  • Elenco delle spese non incluse nel prezzo[QueryFdVT.”NonComprende”]

Creata tabella dei contratti non generati in fase di generazione servizi a contratto.

Quando si generano contratti e in alcune date non ci sono bus a disposizione sul tabellone, ora vengono memorizzati i dati di questa mancata generazione, in modo tale che l’operatore possa inserire i servizi a contratto manualmente.

La tabella dei contratti non generati, si può aprire manualmente dl menù prenotazione – Visualizza generazione contratti

Invio allegati in Dati autista al cliente.

Alcuni documenti bus (libretto – assicurazione ecc) e autista (patente – cqc ecc) possano essere allegati in automatico per alcune categorie clienti

In Archivi Tabelle prenotazione – Tabelle dipendenti – Autisti – pagina Scadenze/Altri dati, indicare la cartella dove sono salvate le copie documenti. (rettangolo blu)

In Archivi Tabelle prenotazione – Tabelle dipendenti – Autisti – pagina Scadenze/Altri dati, indicare la Cartella documenti dove sono salvate le copie documenti. (rettangolo blu)
In Archivi Tabelle prenotazione – Tabelle bus- Bus – pagina Altri dati, indicare la Cartella documenti dove sono salvate le copie documenti. (rettangolo rosso)
Per entrambe gli archivi: se si apre la tendina “Allegati automatici“, flaggare i documenti che si intende inviare con Dati autista al cliente

In Archivi – Tabelle di prenotazione – Categoria Cliente/fornitore, scegliere la categoria clienti a cui inviare i documenti in automatico con il programma
Dati autista al cliente. (rettangolo rosso)

Il risultato è di allegare i documenti flaggati in precedenza, alla mail inviata al cliente.

N. e data documento di servizio in fattura di cortesia

Inseriti in fattura di cortesia, data e numero del documento di servizio

Nuovi metodi di conferma

Visto l’utilizzo di nuove tecnologie di comunicazione, abbiamo aggiunto quali metodi di conferma dei preventivi e dei servizi,
SMS , Whatsapp e Pec

Memorizzazione indirizzi PEC

con questa release è possibile inserire l’indirizzo PEC del cliente, anche in presenza di codice identificativo, visto che il controllo sul campo da comunicare al SDI è lasciato al programma BUSSTOP. Rammentiamo che avere l’indirizzo PEC del cliente, non significa che automaticamente BUSSTOP invia documenti con la PEC. La mail di invio è quella predefinita nel vostro client di posta.

Invio fatture di cortesia al referente

Se in Archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – pagina Anagrafica, si attiva il flag Sped. fatture a ref.

e nella scheda cliente alla pagina vendite è attivato il flag Invio fattura per email

la fattura di cortesia verrà spedita anche al referente inserito in prenotazione,

sia con il bottone Spedisci presente in fatture immediate, sia con la spedizione di massa in Gestione servizi – Fatture elettroniche – Spedizione PDF fatture

Nota bene: Se una fattura è composta da più servizi e nei servizi ci sono più referenti, la fattura verrà inviata a tutti i referenti.

rel. 1012 del 12/09/2019

Oggi puoi evitare di copiare servizi in date improponibili, impostando quanti anni indietro e quanti in avanti puoi copiare

Per attivare il controllo, Archivi – Tabelle prenotazione-Parametri-Pagina 8

Se accidentalmente si sfora il periodo impostato, il programma impedisce di eseguire copia e avvisa l’utente con i seguenti messaggi.

Se per esempio prendiamo un servizio del 04/09/2019, la copia sarà possibile, in futuro fino al 04/09/2021, ma non dal 05/09/2021 in avanti e in passato, fino al 04/09/2018 ma non dal 03/09/2018 indietro.

Nuovi filtri per le griglie

I nuovi filtri sono attivabili computer per computer ed è per questo che l’impostazione si effettua da Utility – Opzioni – pagina Colori e opzioni. Flaggando Filtro personalizzabile.

Se disattivato, il filtro continua a funzionare come prima.

ATTENZIONE: ci sono campi in cui il nuovo filtro non campare perché non applicabile (campi calcolati ) e altri che presentano filtri diversi, come mostrato in figura

Questa implementazione, consente maggiori possibilità di filtrare i dati.

Stagionalità nei listini ore/km

Nei listini ore/km è stata aggiunta la stagionalità, imputabile nella tabella Tipo listino. Ciò consente di diversificare i prezzi di listino in base ai vari periodi dell’anno.

Copiare un listino ore Km

Dopo aver premuto F4 per creare un nuovo listino ore e km e dopo aver richiamato il tipo listino, premere il bottone Copia listino.

Dopo aver scelto il listino da cui copiare i dati (rett. viola), si può:
1) ottenere importo più alti o più bassi (es: -10,00) – rett. rosso
2) aumentare o diminuire gli importi in % – rett. blu
3) non copiare gli importi per poi inserirli manualmente rett. verde

Modifica listino ore/km quando si visualizzano listini da scegliere

Da qualche tempo, il listino ore/km poteva essere manipolato prima di essere imputato al preventivo o al servizio, aggiungendo alcune voci di spesa oppure cambiando % di Rischio e Ricarico. (vedi figura)

Ciò non poteva avvenire se il listino di default era quello “Da scegliere”. Con la modifica apportata ciò è diventato possibile, semplicemente cliccando sul bottoncino accanto al prezzo

Una volta premuto, si aprirà la maschera del listino ore/km dove sarà possibile apportare le modifiche volute.

Controllo sincronizzazione biglietti tra le emettitrici di bordo e BUSSTOP

Per verificare se le emettitrici di bordo trasmettono regolarmente i biglietti emessi a busstop è stata creata una griglia, che mostra raggruppati per tipo numerazione l’ultimo biglietto importati in BUSSTOP. I biglietti con data inferiore a 2 mesi, non verranno mostrati, perché si intende che l’emettitrice non viene utilizzata.

Per attivare la griglia che verrà aperta automaticamente dal programma all’avvio di BUSSTOP, andare in Utility – Opzioni – pagina Colori e opzioni e attivare il flag Visualizza biglietti ricevuti come mostrato in figura. Questo consente una attivazione non generalizzata su tutti i pc, ma computer per computer.

Il risultato è il seguente

Legenda dei colori:
righe bianche – ultimo biglietto importato entro un mese
righe gialle – ultimo biglietto importato oltre un mese
righe rosse – ultimo biglietto importato oltre 2 mesi

Tabellone bus – visualizzazione bus da non prenotare

I bus che hanno il flag “Da non prenotare”

ovvero quelli che si vogliono gestire in officina, ma che non fanno parte del contratto di licenza d’uso del noleggio, vengono ora visti sul tabellone bus prima dei bus venduti (azzurri) e colorati di verde oliva

Invio comunicazione lavoro intermittente

In archivi – tabelle prenotazione – Tabelle dipendenti – Autisti – pagina Altri dati, reso obbligatorio il codice comunic. lav. intermittente (freccia rossa), senza il quale la comunicazione non viene inviata.

rel. 1011 del 11/07/2019

Modifiche al documento di servizio

abbiamo voluto seguire alcuni suggerimenti pervenutici da fiscalisti, commercialisti ecc. per modificare il Documento di servizio. Nell’immagine evidenziate le modifiche apportate.

Modifiche fatt. contratti nei file xml

Inserito nel file xml, sìa la descrizione testa sia la coda del contratto



Il risultato nel file xml sarà il seguente

Modifica statistica terzi

Ora è possibile stampare una statistica per terzo, in riferimento ad un unico cliente

Riferimenti al Documento Contabile in integrazione

Rammentando che il Documento Contabile è quello che sostituisce le ricevute fiscali/scontrini e che si emette dal sito dell’Agenzia delle Entrate, in integrazione servizi sono stati aggiunti i campi Ricevuta Fiscale/Docum cont. e Data RF/Doc. Cont.

Questi due campi vanno compilati, se si vuole tenera traccia a quale documento contabile fa riferimento il servizio.

Il modo corretto di registrazione in BUSSTOP è il seguente:

In fase di prenotazione di un servizio a Corrispettivo, indicare quale segnale fattura Corrispettivo

Entrare nel sito Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate ed emettere il Documento Contabile

Indicare in integrazione i dati del Documento Contabile, nei campi mostrati in figura (rettangolo rosso)

Mettere il segnale fattura a Corrisp. Contabiliz.

Controllo date e ore nel dettaglio servizio

questo controllo è stato spostato dall’uscita del campo, al salvataggio del servizio con F10, rendendo più semplice correggere eventuali errori di digitazione di data ed ora.

Documento di servizio da Servizi giornalieri

Con la versione del 01/08/2019 è stata introdotta la possibilità di stampare il documento di servizio, anche dal programma Prenotazioni – “Servizi giornalieri”. Dato che questo documento viene stampato solo ed esclusivamente per servizi “Da fatturare”, abbiamo aggiunto la colonna Segn. Fattura (rettangolo rosso) per facilitare l’utente nella scelta. Ricordiamo che le colonne possono essere spostate in una qualsiasi posizione.

Verifica del tipo di cronotachigrafo utilizzato dall’autista.

Premessa: se nella scheda bus non viene indicato nulla, il cronotachigrafo si intende analogico; diversamente si attiva il flag “Cronotachigrafo digitale”. (rettangolo rosso) Per quei bus, minibus o auto che non hanno il cronotachigrafo, attivare il flag “Senza cronotachigrafo” (rettangolo blu)

Nel tabellone inferiore, aprire la scheda Autisti e cliccare in un’area vuota sulla riga dell’autista, come mostrato dalla freccia rossa e cliccare su “Calcolo guida bus”

Si otterrà il seguente risultato, dove la colonna no crono non è legata esclusivamente al tipo di mezzo, ma anche al tipo di servizio svolto. Se il servizio non prevede il cronotachigrafo, pur utilizzando un bus che ha un qualsiasi tipo di crono, verrà visualizzato il flag sotto la colonna “No crono”

ATTENZIONE: le date visualizzate, sono quelle visibili sul tabellone. Per vedere un intero mese quindi, impostare il tabellone con una visualizzazione mensile.

Quando i flag sono multipli nella stessa giornata, significa che l’autista ha utilizzato mezzi con diversi cronotachigrafi e/o mezzi senza cronotachigrafi.

rel. 1010 del 03/07/2019

Documento di servizio

Il documento di servizio è quel documento che contiene i dati citati dall’Agenzia delle Entrate ed inserito nel file xml, per poter fatturare a fine mese i servizi che dovrebbero diversamente esserlo entro 12 giorni (secondo le ultime disposizioni) dal termine del servizio stesso.

Rammentiamo ancora una volta, la risposta dell’agenzia Entrate al quesito

Domanda: Ai sensi dell’art. 21, comma 4, lett. a), del D.P.R. 633/72, è possibile ricorrere alla c.d. fattura differita anche per “le prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione”. Si chiede se i documenti quali la c.d. “fattura proforma” (o “avviso di parcella”), riportanti la descrizione delle prestazioni fornite, sono idonei a supportare il differimento dell’emissione della fattura al giorno 15 del mese successivo a quello dell’incasso del corrispettivo. Risposta
Risposta:
Come previsto dall’articolo 21, comma 4, lett. a), del D.P.R. 633/72, è possibile emettere fatture differite per le prestazioni di servizi: un documento come la c.d. “fattura proforma”, contenente la descrizione dell’operazione, la data di effettuazione e gli identificativi delle parti contraenti, può certamente essere idoneo a supportare il differimento dell’emissione della fattura elettronica.

Già nella versione 1009 era stato inserito nel file xml, il foglio di viaggio opportunamente modificato ma che senza l’importo, che potete comunque aggiungere, non viene accettato come documento valido. Resta quindi a voi la scelta su quale documento fare affidamento, al fine della fatturazione a fine mese.

Il documento di servizio è un derivato delle ricevute fiscali e per questo ne segue la grafica ed impaginazione.

Per attivare questa funzione, bisogno innanzitutto crare una causale contabile opportuna; da Archivi . Contabilità – Tipi documento

Successivamente in Archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – pagina 8, si deve attivare il flag “Stampa documento di servizio” ed indicare il Tipo Documento di servizio appena creato

La stampa può essere effettuata sia da menù prenotazioni, per una stampa di massa

sia con il destro sul servizio per la stampa di un singolo documento

Il documento si presenta con questo formato (simile alle vecchie ricevute fiscali, che rimangono comunque nel programma per aziende non italiane)

Ha una numerazione propria che troverete come sempre in Contabilità -Numerazione documenti

Questa numerazione viene riportata all’interno del servizio in Integrazione – pagina Dati servizio 2

Quando si emette la fattura elettronica, il risultato è il seguente

Raccomandazioni

La nostra azienda si informa sulle normative e loro integrazioni, attraverso il sito dell’agenzia entrate, i siti di giornali economici di rilevanza nazionale, le consulenze di commercialisti delle aziende nostre clienti, citando sempre la fonte, riportando la/le legge/i e pubblicando ove possibile il documento originale.

Ciò nonostante , vi invitiamo a consultare i vostri fiscalisti, intermediari, esperti in materia, in quanto nel tempo abbiamo visto e sentito interpretazioni diverse sullo stesso argomento.

La scrivente non si può assumere per questo, una qualsiasi responsabilità dell’applicazione di quanto sopra e di altre parti del programma in merito alla fatturazione elettronica.

rel 1009 del 17/06/2019

A partire dal mese di luglio 2019, i controlli del SDI sulle fatture elettroniche, si faranno più stringenti e scatteranno, in caso di violazione dei termini, le multe previste.

Rammentiamo che i servizi devono essere fatturati entro 10 giorni dal termine degli stessi ma che l’agenzia delle entrate concede una scappatoia, emettendo un documento simil DDT/Fattura immediata.

A tal proposito, abbiamo già provveduto da tempo a rilasciare un foglio di viaggio contenente:

a) tutti i dati anagrafici dell’azienda

b) tutti i dati anagrafici del cliente, inclusi l’identificativo fiscale e/o la PEC

c) il numero (del tipo fiscale) del foglio di viaggio.

Troverete 3 moduli di fogli di viaggio adattati, sul sito BUSSTOP nell’area download. datati 28/12/2018.

Ci è stato suggerito che tutto questo potrebbe non essere sufficiente e che per completare il quadro, si deve riportare il numero foglio di viaggio nel file xml,

Per procedere

  1. In Archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – Pagina 1 , attivare il flag “Stampa rif. foglio di viaggio in fattura
  2. Se si vuole riportare la numerazione di tipo fiscale (numeri sequenziali che non devono avere salti di numerazione), attivare sempre a Pagina 1, il flag “Numerazione fogli di viaggio”

3. Se si vuole riportare la numerazione tradizionale, ovvero il numero di servizio, basta il flag “Stampa rif. foglio di viaggio in fattura


La dicitura FDV (Foglio Di Viaggio) è obbligata dalla lunghezza del campo. (10 caratteri)

NOTE

il foglio di viaggio contenente i dati di cui sopra è quello standard. Coloro che hanno il foglio di viaggio personalizzato, devono intervenire manualmente per sistemarlo.

La numerazione dei fogli di viaggio, se attivata è di tipo fiscale ovvero una numerazione sequenziale stile fatture, che se attivata entra in funzione con la stampa in esecuzione dei fogli di viaggio stessi. Il numero e l’anno attualmente stampati, si riferiscono al servizio e per ovvie ragioni non possono assolutamente essere sequenziali. Ricordiamo che se si cancella un servizio, quel numero di servizio viene perduto, lasciando inevitabilmente dei buchi nella numerazione.

Viaggi effettuati da terzi

Per i viaggi effettuati da colleghi terzi, si emette un documento chiamato foglio di viaggio terzi. Questo documento è privo di numerazione fiscale, ma contiene anno e numero di servizio. Ne consegue che se attivato in Archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – Pagina 1 , il flag “Stampa rif. foglio di viaggio in fattura“, nel file xml verranno riportati solo questi dati.

L’inserimento o meno nel file xml del numero foglio di viaggio o in alternativa del numero servizio , va chiesto al proprio commercialista/consulente fiscale.

Rammentiamo la risposta dell’agenzia entrate, in merito a questo quesito:

Nell’ambito della fattura elettronica è possibile l’uso della fattura differita?

Risposta L’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica non ha modificato le disposizioni di cui all’articolo 21, comma 4, del d.P.R. n. 633/72 e quindi è possibile l’emissione di una fattura elettronica “differita”. Secondo la norma si può emettere una fattura entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione di cessione di beni o prestazioni di servizi. A titolo d’esempio, quindi, per operazioni di cessione di beni effettuate il 20 gennaio 2019, l’operatore IVA residente o stabilito potrà emettere una fattura elettronica “differita” il 10 febbraio 2019 avendo cura di:  emettere al momento della cessione (20 gennaio), un DDT o altro documento equipollente (con le caratteristiche stabilite dal d.P.R. n. 472/96) che accompagni la merce;

datare la fattura elettronica con la data del 10 febbraio 2019, indicandovi i riferimenti del documento o dei documenti di trasporto (numero e data);

far concorrere l’IVA alla liquidazione del mese di gennaio.


Ai sensi dell’art. 21, comma 4, lett. a), del D.P.R. 633/72, è possibile ricorrere alla c.d. fattura differita anche per “le prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione”. Si chiede se i documenti quali la c.d. “fattura proforma” (o “avviso di parcella”), riportanti la descrizione delle prestazioni fornite, sono idonei a supportare il differimento dell’emissione della fattura al giorno 15 del mese successivo a quello dell’incasso del corrispettivo.

Risposta
Come previsto dall’articolo 21, comma 4, lett. a), del D.P.R. 633/72, è possibile emettere fatture differite per le prestazioni di servizi: un documento come la c.d. “fattura proforma”, contenente la descrizione dell’operazione, la data di effettuazione e gli identificativi delle parti contraenti, può certamente essere idoneo a supportare il differimento dell’emissione della fattura elettronica.

Indicare in fattura il numero pax o il numero posti bus

In archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – Pagina 8, attivare il flag “Pax in fattura” tenendo presente che:

No: non riporta alcun dato in fattura
Pax: riporta il numero pax indicato in prenotazione
Posti: riporta il n. posti bus

vedi immagine sotto

Inserimento km servizio in fattura

In Archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – pagina 2, attivare il flag “Stampa km in fattura” per inserire i km dei servizi noleggio,

mentre in
Archivi – Tabelle prenotazione – Listini – Contratti – pagina Anagrafica, attivare il flag “Km in fattura” per inserire i km dei servizi a contratto (quelli inseriti premendo il bottone Dettaglio)

Rammentiamo che se non si utilizza l’integrazione servizi, i km inseriti saranno quelli della prenotazione. Viceversa, quelli dell’integrazione servizi hanno prevalenza su quelli della prenotazione.

Stampa dei servizi non assegnati

Al fine di un maggior controllo del lavoro del movimentista, abbiamo introdotto alla fine della stampa dei fogli di viaggio, una stampa dei servizi non assegnati. In questo modo non si corre il rischio di lasciare un servizio incompleto con la conseguenza di non effettuarlo.

La stampa si apre automaticamente se:
1) da menù Prenotazioni – Fogli di viaggio, si stampano tutti i fogli di viaggio di un giorno
2) non vengono applicati filtri per Cliente o per autista
3) il filtro per gruppo non impedisce la stampa

La stampa non si apre se
1) si clicca con il destro su un servizio per stampare il relativo foglio di viaggio
2) pur stampando da menù Prenotazioni – Fogli di viaggio, vengono applicati filtri per cliente o per autista

Questo un esempio:

rel. 1008 del 14/05/2019

Generazione automatica servizi da contratto
utilizzato un processo separato dal programma, che consente all’operatore di poter continuare a lavorare su altre attività.

come si vede nell’immagine (rettangolo rosso) un ingranaggio animato indica che BUSSTOP sta generando i servizi a contratto mentre le notifiche di windows, avvisano l’utente cosa sta facendo il programma.

Per ottenere il risultato come da immagini sotto, controllare che le notifiche delle app di windows siano attivate.

In stampa controllo fatture:
avviso di mancanza del flag Cliente pubblico / Cliente non pubblico

Stampa attestazioni art. 561 CE
Adesso è possibile cliccare il destro su occupazione (esempio riposo) e stampare direttamente l’attestazione.

Gestione servizi
nascosto il menù “Registro orario di lavoro” non è più usato da anni

Gestione servizi – Visualizza servizi
ora è stata data la possibilità di cambiare segnale sospeso con un qualsiasi segnale

Turni
possibilità di disassegnare un turno in un colpo solo (destro sul nome turno sul tabellone – Rimuovi autista – Rimuovo Bus)


Calcolo chiavi di attivazione

Il calcolo delle chiavi di attivazione BUSSTOP è stato completamente automatizzato. Questo significa che ogni volta che si apre BUSSTOP, senza che l’utente debba intervenire manualmente, il programma ricalcola le chiavi.

I vantaggi sono evidenti perché all’atto del pagamento del canone, o in caso di acquisto di ulteriori bus virtuali, sarà il programma stesso a calcolare le chiavi.

ATTENZIONE: solo la prima volta, verrà richiesto l’inserimento del PIN di BUSSTOP (quello utilizzato per scaricare i programmi) che troverete in Archivi – Amministrazione – Azienda – pagina Anagrafica – nel campo Codice Busstop

  1. Inserire il PIN nel campo indicato da rettangolo rosso
  2. premere Calcolo chiave (rettangolo verde) ed attendere che ritorni la chiave (rettangolo blu)
  3. Premere OK (rettangolo arancione)
  4. Ritornerà il codice chiave (rettangolo blu)
  5. se tutto è andato correttamente, comparirà il messaggio Procedura attivata

Sistemati alcuni bug su mappe openroute in prenotazioni e preventivi e in crea Fornitore da cliente

Rifare una nota di accredito[modifica]

Se si sbaglia ad emettere una nota di accredito, per poterla riemettere seguire i seguenti passaggi:

1) Eliminare la nota di accredito da fatture immediate
2) eliminare la eventuale nuova fattura scaturita da cambio cliente da fatture immediate
3) da integrazione eliminare tutti i servizi con importo negativo, legati alla fattura da cui deriva la nota di accredito
4) riemettere nuova nota di accredito con i metodi sopra descritti

rel. 1007 del 12/04/2019

ATTENZIONE

Coloro che devono ancora stampare fatture cartacee datate anno 2018, NON DEVONO INSTALLARE QUESTA VERSIONE

Warning su mancanza del flag “Cliente pubblico”  o “Cliente non pubblico”

Per motivi di controllo fatturazione elettronica, visto che qualche volta viene dimenticato il flag di “Cliente pubblico”  o “Cliente non pubblico”, con conseguente impossibilità di fatturare (Non ci sono servizi da fatturare) abbiamo provveduto ad apportare la seguente modifica:

Se in Archivi – Amministrazione –  Azienda la nazione inserita è ITA (Italia) nella scheda cliente verrà mostrato il warning per il mancato inserimento del flag “Cliente pubblico” o “Cliente non pubblico” .

Questa funzione scatta in fase di caricamento e in caso di mancata indicazione, al salvataggio del cliente con F10 ritornerà il seguente messaggio:

Per i clienti già inseriti, consigliamo di lanciare il programma Attivazione Clienti non assegnati da Gestione servizi – Fattura elettronica.

 

Rigenerazione completa di un file xml delle fatture elettroniche verso le PA

Tutti i motivi di scarto delle fatture elettroniche verso le PA, possono essere il motivo per utilizzare questa funzione.

Ora è possibile cambiare in Fatture immediate, lo stato della tendina  “Emessa fattura elettronica”. Questa funzione consente di rigenerare il file xml di una fattura elettronica errata.

Data la delicatezza dell’operazione e le implicazioni che questa può portare, sopratutto a coloro che hanno una contabilità collegata al BUSSTOP, la scrivente non si assume alcuna responsabilità per un uso improprio di questa funzione.

Per abilitarla, in Archivi – Tabelle prenotazione – Parametri – pagina 8, attivare il flag Rigenera fatture elettronic.

Esempio di come si procede:

Solo per coloro che scaricano le fatture in una contabilità collegata, è necessario questo passaggio, se già contabilizzate:

in Utility – Togli segnale contabilizzato, dopo aver selezionato le date di fatturazione (rettangolo rosso) o uno degli altri campi filtro e aver premuto il bottone ricerca, (rettangolo verde)

 togliere la spunta di  Contabilizzato alla fattura che si vuole rigenerare (rettangolo verde)

 

ATTENZIONE

questo programma viene utilizzato anche per poter rispedire una fattura di cortesia in formato PDF, già inviata al cliente.

Togliere la spunta da “Spedito file PDF” (rettangolo blu)

NON considerare il flag “Inviato file xml” in quanto personalizzazione 

Per tutti

  1. Premere F3 sulla fattura immediata per la quale si vuole rigenerare il file xml
  2. andare alla pagina Dati generali e attivare a NO la tendina “Emessa fattura elettronica” (immagine sotto – rettangolo rosso)
  3. Modificare i dati che risultano errati
  4. Dopo aver premuto F10 per salvare la modifica, premere stampa; si aprirà la maschera di generazione dei file xml Si tenga presente che il file xml prodotto, avrà lo stesso numero di spedizione di quello originale e di conseguenza verrà sovrascritto

Modificato filtro F11

I campi codice della maschera richiamata da F11, ora sono  allineati automaticamente. Esempio: il codice cliente scritto 3500, sarà automaticamente allineato al numero caratteri impostato in tabella parametri. Se è stato fissato a 7, spostandosi con il tab il codice diventerà 0003500

 

Nuova funzione in fatture immediate

In fatture immediate con il dx su campo riga adesso c’è una quarta scelta per scorporare importi lordi.  Questa funzione risulta molto comoda a coloro che hanno comunicato un importo lordo e vogliono ottenere invece il netto. Rammentiamo che le fatture elettroniche sono solo netto + iva

 

Solo cooperative/Consorzi

Possibilità di dividere l’ordine di servizio, utilizzando come salto pagina la zona del socio

Dopo aver caricato le zone di appartenenza dei soci in Archivi – Contabilità – Zone,

caricarle nella scheda fornitori poi
1) flag nella form di stampa Ordine di servizio che se attivo fa salto pagina per zona (rettangolo rosso) Si ricorda che una volta attivato, il flag rimane memorizzato.

2) combo box con elenco zone per selezionare una sola zona per stamparne l’ Ordine di servizio (rettangolo verde)

 

Nell’oggetto del preventivo, indicata anche la data del primo servizio

Il formato dell’oggetto sarà –

Per ottenere questo risultato, andare in Utility – Opzioni – Messaggi Email ed accedere alla pagina Messaggio preventivo (rettangolo verde)

Modificare la formula come riportato nel rettangolo Rosso

Si rammenta che trattasi della sola data del primo viaggio, per cui in un preventivo multiplo, non verranno visualizzate le altre date.

 

Adesso è possibile visualizzare le fatture di Busstop nel formato ministeriale

in fattura immediata

Alla pagina Dati generali aggiunto bottone che visualizza il formato ministeriale

Fatture noleggi (presente dall’introduzione della fattura elettronica anno 2014)

In Gestione servizi – Fatture elettroniche – Spedizioni fatture elettroniche

espandere (freccia rossa) il record per il quale vogliamo stampare la fattura in formato ministeriale e poi premere il bottoncino di destra (freccia blu)

Nuova scadenza autista

Inserita tra le scadenze autista il modello Inps A1, documento richiesto per viaggi estero, ormai in ogni stato.

Il modello viene rilasciato con validità di 24 mesi per gli autisti con contratto a tempo indeterminato, mentre sino al termine del contratto (con validità massima di 24 mesi) per i contratti a tempo determinato.

Come tutte le altre scadenze, si gestisce da Stampe – Scadenze

Abilitata la selezione x bus nella statistica cliente.

In Stampe – Statistiche – Cliente, alla pagina Selezioni Bus, aggiunto filtro dal bus – al bus

 

Dichiarazione Croazia

Per configurare la dichiarazione, accedere ad Archivi – Amministrazione Azienda e 

  1. alla pagina  Altri dati compilare il campo Titolare attestazione attività

    2. alla pagina Codici iva esteri aggiungere la partita iva ottenuta in Croazia

Dal menù a popup sul servizio (destro del mouse) eliminata la dichiarazione in Germania che ora si fa solo via web e sostituita con la Dichiarazione Croazia  attualmente cartacea

comparirà la maschera di stampa nella quale è possibile modificare Data inizio – Data fine – Percorso

premendo stampa, questo è il risultato

 

 

Calcolo dei soli orari e non delle trasferte

In archivi – Tabelle prenotazione – Parametri 

attivando il flag Solo calcolo orari in trasferte, il programma di trasferte a CCNL calcolerà solo gli orari (lavoro, notturno, guida ecc.)  ma non le trasferte.

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google